In queste ultime settimane mi sono concentrato sul tema “DEBITO”. 

Ogni volta che affronto questo tema mi soffermo sempre su degli aspetti che troppo spesso non vengono presi in considerazione:

  • Pianificazione
  • Budgeting
  • Riserva
  • Liquidità

Nei nostri articoli scriviamo spesso di questi aspetti, ma oggi sento la necessità di affrontare il tema della “Riserva”. 

In tutti i nostri percorsi, diamo questa definizione di “Riserva”:

“Somma destinata a far fronte agli imprevisti non assicurabili e non trasferibili”.

Per ogni individuo, quindi, è necessario istituire un “fondo di riserva”, per affrontare eventuali emergenze o imprevisti. In altri casi, un fondo di riserva può essere costituito da investimenti conservativi o da beni liquidi che possono essere rapidamente convertiti in contanti.

Ognuno di noi dovrebbe costituire un fondo di riserva per far fronte a spese impreviste, come per esempio la riparazione di un guasto dell’auto, la rottura di un elettrodomestico o  una spesa sanitaria.

Possiamo affermare che la “riserva” o “ fondo di riserva” è un meccanismo di protezione finanziaria che consente di affrontare situazioni impreviste e di garantire la stabilità finanziaria a lungo termine.

Quando si è costituito un fondo di riserva valutando in modo oggettivo le necessità che si potrebbero affrontare, si ha accesso a un po’ di denaro extra in caso di emergenze o imprevisti, il che significa che non è necessario dipendere completamente dal credito o dal debito per far fronte a queste situazioni.

Inoltre, avere un fondo di riserva può anche aiutare a migliorare la propria posizione di credito. Ad esempio, se si ha un fondo di riserva sufficientemente grande, si può dimostrare ai creditori e ai prestatori che si ha una buona gestione finanziaria e che si è in grado di far fronte alle spese inaspettate senza ricorrere al debito.

Possiamo dire che il fondo di riserva rappresenta una forma di auto-assicurazione finanziaria e può essere particolarmente utile per coloro che vogliono evitare il debito o ridurre la dipendenza dal credito. Tuttavia, è importante ricordare che il fondo di riserva deve essere costituito con un’adeguata pianificazione finanziaria e deve essere utilizzato solo per emergenze o imprevisti, al fine di garantire la sua efficacia nel prevenire il debito.

La quantità di denaro da mettere da parte per un fondo di riserva dipende dalle esigenze e dalle circostanze individuali di ciascuno. In generale, si raccomanda di costituire un fondo di riserva di almeno tre-sei mesi di Spese Regolari per far fronte a eventuali emergenze.

Per determinare l’importo esatto del fondo di riserva, è necessario valutare le proprie spese mensili e moltiplicarle per il numero di mesi che si desidera coprire. Ad esempio, se le spese mensili sono di 3.000 euro e si desidera costituire un fondo di riserva per sei mesi, l’importo totale del fondo di riserva dovrebbe essere di almeno 18.000 euro.

Tuttavia, se si ha un Reddito Instabile o si lavora in un settore con un alto rischio di perdita di lavoro, potrebbe essere necessario costituire un fondo di riserva di almeno nove-dodici mesi di spese regolari per garantire una maggiore sicurezza finanziaria.

La quantità di denaro da mettere da parte per il fondo di riserva, quindi, dipende dalle esigenze e dalle circostanze individuali di ciascuno. In generale, gli esperti di finanza raccomandano di costituire un fondo di riserva di almeno tre-sei mesi di spese regolari, ma se si è nella situazione in cui c’è la presenza di un reddito instabile o si lavora in un settore ad alto rischio, potrebbe essere necessario costituire un fondo di riserva di nove-dodici mesi di spese regolari.

È già emerso durante la trattazione, ma ci tengo a ribadirlo e soffermarmi sul tema: non costituire un fondo di riserva può comportare diversi rischi finanziari, soprattutto in caso di emergenze o imprevisti

Ecco alcuni rischi associati alla mancanza di un fondo di riserva:

  • Debito: Se si verifica un’emergenza finanziaria e non si ha un fondo di riserva, si potrebbe essere costretti a ricorrere al debito per far fronte alle spese. L’indebitamento può portare a un aumento dei costi finanziari a lungo termine, che possono essere difficili da ripagare.
  • Stress finanziario: Senza un fondo di riserva, si può essere costretti a dipendere dal proprio reddito per far fronte a eventuali spese impreviste. Questo può comportare uno stress finanziario aggiuntivo e aumentare l’ansia legata al futuro.
  • Problemi di liquidità: Senza un fondo di riserva, potrebbe essere difficile affrontare le spese impreviste o le situazioni di emergenza, specialmente se si ha una bassa liquidità o si ha poco accesso a contanti.
  • Difficoltà nell’affrontare i cambiamenti di reddito: Senza un fondo di riserva, può essere difficile affrontare i cambiamenti di reddito, come la perdita di lavoro o una riduzione delle ore lavorative.

Concludendo, la costruzione del fondo riserva permette di vivere con maggior serenità il proprio rapporto con il denaro, con la consapevolezza che gli imprevisti che durante una vita possono capitare potranno essere superati senza dover accedere ai Debiti, che come vennero definiti da un liberto (tale Publilio Siro) “… sono la schiavitù degli uomini liberi”.